Fabio Taramasco Il muto parlante PDF Stampa E-mail
Lunedì 09 Settembre 2013 17:29

 

Fabio Taramasco è un giovane artista caratterizzato dalla tendenza alla riflessione e portato quindi a distillare le proprie opere, di personale in personale, legando ognuna di esse ad un preciso motivo concettuale, in sintonia con un'aggiornata indagine sui lavori dei massimi esponenti del genere. Se si vuol individuare una costante nella sua produzione, diremmo tuttavia che consiste nel polimaterismo, nella minuziosa cura dei dettagli e nel concepire il quadro, anche quando ne abbia l'aspetto tradizionale, come una creazione di particolari selezionati ed assemblati in modo da risultare funzionali ai concetti che sono chiamati ad esprimere.

Nella presentazione della mostra Silvia Campese indica come predecessore Joseph Kosuth per la sua Chair, una sedia fotografata e accompagnata dal suo lemma, ma a noi sembra che lo spirito della mostra avvicini Taramasco, dimensioni operative a parte, assai più a Lawrence Weiner, il cui tema di fondo era costituito dai problemi insiti alle difficoltà di comunicazione, tanto da compilare vasti striscioni di proclami, frasi capaci di occupare l'intera parete di una galleria.

Dimenticando per un attimo i seriosi assunti concettuali, si potrebbe affermare che i lavori presentati da Taramasco si collocano fra la Naturalis Historia di Plinio e le classificazioni di Linneo, un modo disinvolto per dire che l'incomunicabilità non è totale poiché anche un pesce, animale accreditato di assoluto mutismo, non ditelo però a delfini e balene, è in grado quanto meno di presentare se stesso quando sia accompagnato da un'acconcia descrizione.

I pesci dell'artista savonese, un piacevole divertissement, sono realisticamente modellati in ceramica ed applicati su una tavola in legno e una seconda in ceramica, accostate. Sulla base e sull'ittica applique corre una scritta realizzata con procedimento fotografico che fornisce il nome scientifico del pesce rappresentato e le sue caratteristiche.

Per concludere, una mostra non clamorosa ma da meditazione, dedicata a chi, oltre alle novità rappresentative, desidera qualche spunto di riflessione.

[Video di Licinia Visconti testo di Aldo Maria Pero, settembre 2013]

Albissola Marina (SV), Arte Spazio Battaglia La Lanterna

31 agosto – 15 settembre 2013

Ultimo aggiornamento Domenica 15 Dicembre 2013 18:59
 

Problemi di visualizzazione su Smartphone e Tablet

Per visualizzare correttamente il sito da Smartphone e Tablet è sufficiente installare l'app gratuita Puffin Web Browser Free. Clicca qui

Puoi trovarla anche su Play Store se utilizzi Android o su Apple Store se utilizzi iOS

Facebook
Siamo su Youtube
Concorsi Online
Siamo su Vimeo
Inserzioni Online