Savona - Video Inaugurazione della mostra "Leonardo, In Memoriam" nel Palazzo della Provincia 2019 PDF Stampa E-mail
Martedì 14 Maggio 2019 14:59

 

Tra il 2 e il 9 maggio 2019 il Movimento Arte del XXI Secolo ha presentato un Concorso dedicato al V Centenario della morte in Francia di Leonardo da Vinci nella Sala Caduti di Nassirya nel Palazzo della Provincia di Savona.

Licinia Visconti, Art Director del Movimento, ha filmato la cerimonia d’inaugurazione alla presenza di alcuni degli artisti che hanno preso parte alla manifestazione.

Hanno reso omaggio al genio del Rinascimento le piemontesi Grazia Bernardini e Adriana Pellegro; i veneti Milvia Bortoluzzi, Loris Marchioro e Bernardino Zavagnin; il viennese Ivan Iliev; il romano Gianluca Merlonghi; i savonesi Vittorio Patrone, Mariella Tissone e Aurelia Trapani; il milanese Fabio Massimo Ulivieri. Ironia della sorte, nessun toscano.

Nel corso della sua prolusione, il prof. Aldo Maria Pero ha chiesto ad Ivan Iliev e ai tre artisti savonesi di illustrare i loro criteri di lavoro, dall’insorgere dell’idea creativa alla sua realizzazione grafica o statuaria. Come sempre, le risposte degli interessati sono risultate illuminanti per il privilegio di conosce e quindi esporre l’intima natura dei loro lavori.

Lavori tutti molto interessanti. Grazia Bernardini ha risolto in splendore cromatico il suo elegante astrattismo; Milvia Bortoluzzi ha accarezzato la tela in una malinconica e partecipe memoria dell’oro di Venezia; Ivan Iliev ha rievocato l’antica cultura figurativa delle regioni periferiche dei domini della Casa d’Asburgo riportando così il terzo Premio; Loris Marchioro è parso ispirarsi alle teorie immanentistiche della cultura platonica del Quattrocento fiorentino con tele che, con la massima sobrietà, raffiguravano ampi brani paesaggistici; Gianluca Merlonghi ha presentato una delicata statuetta, articolata tra l’umano e il divino, in argento e oro, traduzione simbolica delle teorie di Nicola Cusano circa la natura umana, librata fra la terra e il cielo, conseguendo il primo Premio; Vittorio Patrone, diviso tra un accurato astrattismo di grande raffinatezza esecutiva e lo spirito del fotografo d’arte; Adriana Pellegro, artista pensosa che nelle proprie realizzazioni statuarie propone sempre interrogativi sulla vita contemporanea; Mariella Tissone, o della gioia di vivere, artefice di ariose campiture che celebrano insieme la felicità delle sue scelte e la maestria tecnica; Aurelia Trapani, divisa fra tele che dal naturalismo sono felicemente approdate a forme di astrattismo simbolico e ceramiche di smagliante impressionismo cromatico; Fabio Massimo Ulivieri, aedo di una Milano capace di riflettere in personaggi magnanimi la grandezza di un passato glorioso e la memoria di spiriti sommi come Leonardo da Vinci, in tal modo meritando il secondo Premio; Bernardino Zavagnin, che con leonardesco spirito scientifico indaga sulle realtà mondane cercando di penetrarne le più intime scaturigini ideali.

Ultimo aggiornamento Martedì 14 Maggio 2019 15:11
 

Problemi di visualizzazione su Smartphone e Tablet

Per visualizzare correttamente il sito da Smartphone e Tablet è sufficiente installare l'app gratuita Puffin Web Browser Free. Clicca qui

Puoi trovarla anche su Play Store se utilizzi Android o su Apple Store se utilizzi iOS

Facebook
Siamo su Youtube
Concorsi Online
Siamo su Vimeo
Inserzioni Online