Roberto Re un nuovo associato PDF Stampa E-mail
Lunedì 25 Aprile 2016 10:11

Il Movimento Arte del XXI Secolo dà il proprio benvenuto a Roberto Re, un artista della provincia di Parma che, come molti, le ragioni della vita hanno costretto, almeno in parte, ad accantonare assillanti spiriti d’arte per provvedere a bisogni materiali. Una dura lotta rimasta senza un vincitore sul piano pratico ma con innegabile successo sul piano artistico. Pittore spontaneo, ispirato dalla propria intimità di pensieri e di sentimenti, mostra un largo palpito umano nell’interiorizzazione degli stimoli offerti dalla realtà. In altri termini, traduce in puro ″pathos″ il grigiore dei ripetitivi gesti della quotidianità, insegue le lacerazioni che l’animo deve sopportare di fronte alla banalità del presente, traduce in poesia visiva quanto attira la sua attenzione, tutti elementi che trovano scansione dialettica nella sua opera. Per fare un solo esempio, si consideri come ciò avvenga nell’elegante e seducente favola surrealistica narrata in ″Oltre il destino″, l’«opera bella» cui hanno posto mano un’alta fantasia e il senso del chiuso dramma di nietzschiana memoria. Una scacchiera, simbolo del rischio, dell’alea esistenziale; una lampadina rotta, segno di quanto vana sia l’albagia tecnologica, un cinesizzante ramo fiorito, esempio di ″pulchritudo ut veritas″: la bellezza, che non salva il mondo come sembrava credere Dostoevskij, ma lo consola con un’immagine di assoluta bellezza, come riteneva, o si illudeva, il latino Properzio.

Aldo Maria Pero, Aprile 2016

Ultimo aggiornamento Lunedì 25 Aprile 2016 10:14
 

Problemi di visualizzazione su Smartphone e Tablet

Per visualizzare correttamente il sito da Smartphone e Tablet è sufficiente installare l'app gratuita Puffin Web Browser Free. Clicca qui

Puoi trovarla anche su Play Store se utilizzi Android o su Apple Store se utilizzi iOS

Facebook
Siamo su Youtube
Concorsi Online
Siamo su Vimeo
Inserzioni Online