Alessio Serpetti un nuovo associato PDF Stampa E-mail
Domenica 23 Agosto 2015 10:44

Il romano Alessio Serpetti rappresenta una figura singolare di artista, estraneo alle mode ed intento ad una personale riflessione sull’arte. Siamo di fronte ad una personalità che tende ad acquisire nel profondo il significato dell’essere dell’uomo sulla terra, delle sue prospettive di fede, di timore e di speranze sintetizzandole, almeno per quanto possibile, in una meditazione solipsistica ma non egocentrica in quanto le conclusioni cui giunge su se stesso offre poi a chi voglia interessarsi al suo lavoro. Le sue sono opere da acquistare per la raffinatezza tecnica e la densità dei contenuti, ma non sono state creare per destinarle al mercato. Sono in realtà una testimonianza: Serpetti ″vixit et pinxit″. In altri termini dovrebbero essere raccolte in una Fondazione, che testimoni nel tempo la natura e la personalità dell’uomo che ha dato loro vita. È di moda oggi citare in ogni occasione, tradendone peraltro le intenzioni, la frase del principe Miskin: «La bellezza salverà il mondo». Come dice il titolo del romanzo di Dostoievskij, il protagonista era un ″Idiota″, ma non tanto da credere ad un affermazione del genere, che invece Serpetti ha interpretato correttamente: da amante della bellezza, cui non attribuisce doti di salvatrice del mondo, esorta a considerarla un ″solacium vitae″ a titolo squisitamente personale.

Benvenuto, Alessio!

Aldo Maria Pero, Agosto 2015

Ultimo aggiornamento Domenica 23 Agosto 2015 16:59
 

Problemi di visualizzazione su Smartphone e Tablet

Per visualizzare correttamente il sito da Smartphone e Tablet è sufficiente installare l'app gratuita Puffin Web Browser Free. Clicca qui

Puoi trovarla anche su Play Store se utilizzi Android o su Apple Store se utilizzi iOS

Facebook
Siamo su Youtube
Concorsi Online
Siamo su Vimeo
Inserzioni Online