William Tode Un Maestro fra due secoli Una Personale a Torino PDF Stampa E-mail
Venerdì 08 Maggio 2015 16:26

Mostra Tode William

 

Ho definito William Tode un artista per due millenni perché, dopo aver percorso l’ultimo cinquantennio del Novecento da protagonista, si è affacciato al secolo nuovo con un ardore straordinario portando forse -e si dice “forse” in quanto non possiamo dimenticare i precedenti di Wagner e di Verdi che negli ultimi anni della loro esistenza hanno composto le opere più grandi- a compimento un programma di lungo periodo, che inizia in Francia. Tode ha avuto familiarità con i creatori del cubismo, Picasso e Bracque,  ponendosi di fronte a loro con interesse, ma avvertendo nel loro operato la mancanza di uno spirito vitale; poi ha conosciuto il Futurismo e anche in quel movimento ha trovato qualcosa di insufficiente. Alla fine ha compreso che le due soluzioni artistiche proposte potevano trovare una soluzione di sintesi -sembra di parlare del sistema logico di Georg Friedrich Hegel- nel Cubofuturismo che, fornendo movimento alla staticità cubista e corpo al dinamismo futurista, gli ha consentito di creare opere vibranti per splendore figurativo e pienezza di spirito.

Le opere esposte nella mostra sulla quale il MIIT si accinge, il 12 maggio, ad aprire i battenti compongono una straordinaria documentazione su questo Maestro che ha unito l’aggiornamento culturale della nostra età ad una ricchezza di forme, d’idee e di atteggiamenti tipici dell’età gloriosa della Rinascenza, in particolare con la mente rivolta a Masaccio e a Piero della Francesca, i due artisti nei quali non solo Tode ma anche Picasso hanno indicato i loro predecessori. Per quanto riguarda Tode un particolare lo avvicina più degli altri al tempo antico, l’amore dedicato sin dagli anni giovanili all’affresco, una pratica che costituisce il punto supremo di sintesi fra la mente ed il braccio che ne traduce con rapidità e somma bravura tecnica gli stimoli.

Nel corso dell’esposizione il Maestro offrirà al pubblico una performance che dimostra il suo interesse nei confronti dell’affresco: il completamento di un grande quadro appena abbozzato.

Aldo Maria Pero

Ultimo aggiornamento Venerdì 08 Maggio 2015 16:41
 

Problemi di visualizzazione su Smartphone e Tablet

Per visualizzare correttamente il sito da Smartphone e Tablet è sufficiente installare l'app gratuita Puffin Web Browser Free. Clicca qui

Puoi trovarla anche su Play Store se utilizzi Android o su Apple Store se utilizzi iOS

Facebook
Siamo su Youtube
Concorsi Online
Siamo su Vimeo
Inserzioni Online