Giovanna Crescini una mostra alla Galleria d'Arte del Cavallo PDF Stampa E-mail
Domenica 27 Aprile 2014 08:28

 

Nella Galleria d'Arte del Cavallo sabato 26 aprile Giovanna Crescini ha inaugurato una personale che, contrariamente al solito, non reca un titolo. Avrebbe potuto trovare diverse definizioni per una manifestazione che si svolge in un luogo per lei abituale e dove è sempre stata accolta con simpatia e considerazione. Avrebbe potuto definire tale esposizione "Dalla tela alla ceramica" vista la considerevole presenza di modellati in terracotta, cui si è dedicata negli ultimi anni giungendo persino a dipingerla. Mai la ceramica aveva infatti ricoperto un ruolo tanto importante in passato. Oppure avrebbe potuto, meglio ancòra, usare l'espressione di "Astrazioni figurative" per la precisa collocazione stilistica che i molti lavori inediti presentano. È del tutto evidente in queste tele una grazia e una levità in precedenza sconosciute per l'ansia che l'artista manifestava di fissare le immagini di un discorso interiore, forte e problematico, che imponeva incisività di tratto e durezza d'espressione. Oggi la Crescini sembra aver superato quel periodo della propria esistenza, tradotto a lungo in prepotenti urgenze comunicative, per lasciarsi attrarre da pacate visioni di boschi popolati da eleganti e misteriose figure femminili col volto risolto in maschera ad indicare, ma in termini sereni, le ascose e indecifrabili corrispondenze del creato. Anche i suoi mirabili giardini, tanto seducenti quanto enigmatici, presentano ora viluppi arborei più delicatamente colorati in una sintassi cromatica più ampia e sfumata, e allo stesso modo le scene con figure sono allietate da gentili infiorescenze di sottile pennellata. In una delle tele emerge un gatto, animale emblematico del mistero del mondo in una tradizione che va dall'antico Egitto alle ricerche alchemiche condotte sino al pieno Settecento. È forse il simbolo di una nuova Crescini, colta in un momento di passaggio fra gli antichi interrogativi esistenziali e una nuova, appena nascente, sicurezza. Di certo è immutato lo splendore e la ricchezza di una maniera sontuosa per ricchezza di temi e di soluzioni figurative.

Aldo Maria Pero, 26  Aprile 2014

Galleria d'Arte del Cavallo, Via F.lli Cervi 1, Valleggia (SV) – Mostra dal 26 aprile all'11 maggio, Orario 16.00-18.30

Ultimo aggiornamento Domenica 27 Aprile 2014 08:36
 

Problemi di visualizzazione su Smartphone e Tablet

Per visualizzare correttamente il sito da Smartphone e Tablet è sufficiente installare l'app gratuita Puffin Web Browser Free. Clicca qui

Puoi trovarla anche su Play Store se utilizzi Android o su Apple Store se utilizzi iOS

Facebook
Siamo su Youtube
Concorsi Online
Siamo su Vimeo
Inserzioni Online