Movimento Arte del XXI Secolo - Benvenuti nel nostro Sito!
Marco Rosellini OPERE PDF Stampa E-mail
Domenica 14 Agosto 2016 18:03

 

Licinia Visconti nell’affrontare il video dedicato a Marco Rosellini ha trovato un’opera molto prossima al suo spirito e ha cercato di interpretarla approfondendo le intenzioni artistiche del pittore.

Con ″Ravenna″ si chiude l’evocazione dannunziana de ″Le città del silenzio″, ma il canto silenzioso prosegue con la Venezia di Marco Rosellini. Tutto un universo si scopre alla vista, alta dominando la malinconia del tempo passato poiché «l’ora presente è in vano, non fa che percuotere e fugge;
sol nel passato è il bello, sol ne la morte è il vero». Il cielo sempre sfumato dalle nubi, i tramonti senza la rosseggiante gloria del sole occiduo, la luna esile e timida complice delle notti, i fantasimi che muovono sotto stelle che paiono preghiere, gli scuri edifici che ricordano le belle donne morte elogiate da Gabriele. Il tempo presente esiste solo come metafora del passato, quello cui Marco volge l’animo e col quale intrattiene un dialogo con il passeggero consapevole delle segrete armonie che emergano dai suoi inchiostri. Il nero domina quale compagno di una pittura che costituisce la leggenda di Venezia, della sua Laguna e della sua storia.

Allora, con pochi opportuni cambiamenti, per comprendere il rapporto che corre tra il pittore e la sua città, possiamo suggerire un brano tratto da ″Gli Asolani″ di Pietro Bembo: «[Marco], benedette sieno le tue mani sempre da me, con le quali tante cose m’hai dipinte nell’anima, tante scritte, tante segnate della mia dolce [Venezia], che io una lunga tela porto meco ad ogni hora d’infiniti suoi ritratti in vece d’un solo, et un altro libro leggo sempre e rileggo pieno delle tue parole [Asolani II, xxvii].

Aldo Maria Pero, Agosto 2016

Ultimo aggiornamento Domenica 14 Agosto 2016 18:06
 
Decalogo Felino - Video di Simon's Cat PDF Stampa E-mail
Mercoledì 04 Settembre 2013 12:29

Il Gatto e il Topo o, se preferite un aggiornamento in inglese, Cat & Mouse, sono un'accoppiata vecchia come il mondo e i loro difficili rapporti, anche nei cartoni animati, hanno dato vita ad infinite storie e leggende. Quindi, direte, niente di nuovo. Sbagliate perché il gatto di Simon è una bestiola molto ma molto particolare e poi gioca anche l'aggiornamento tecnologico, senza contare che il nostro gatto è un profondo studioso della storia greca e conosce benissimo la grande passione di Demetrio Poliorcete di assediare ed espugnare città. Che è quanto avviene nel video che vi proponiamo. Andiamo con ordine. Il fortunato padrone del Cat si pone a tavolino e comincia a lavorare al computer dimenticando di dar da mangiare, errore gravissimo, al suo insaziabile compagno, il quale gli salta addosso, allunga le zampette sulla tastiera, combina pasticci, s'inerpica sullo schermo continuando a miagolare dei "beo" di disperata inedia. Il padrone non si dà per inteso e quindi inizia l'assedio: salti sopra il tavolino, rovesciamento di oggetti, tentativi di arrufianamento sdraiandosi con finto affetto in grembo allo stordito padrone, salti a terra per ingaggiare un'intrepida lotta con il mouse penzolante. Un putiferio. Morale: prima di accingervi a qualsiasi attività, date da mangiare al vostro gatto e assicuratevi che il cibo sia di suo gusto.

Aldo Maria Pero settembre 2013

Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Settembre 2013 12:51
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 4

Problemi di visualizzazione su Smartphone e Tablet

Per visualizzare correttamente il sito da Smartphone e Tablet è sufficiente installare l'app gratuita Puffin Web Browser Free. Clicca qui

Puoi trovarla anche su Play Store se utilizzi Android o su Apple Store se utilizzi iOS

Facebook
Siamo su Youtube
Concorsi Online
Siamo su Vimeo
Inserzioni Online