Movimento Arte del XXI Secolo - Benvenuti nel nostro Sito!
VENEZIA - PALAZZO ZENOBIO - "Rassegna d'arte contemporanea" dal 6 al 26 luglio 2019 PDF Stampa E-mail
Martedì 25 Giugno 2019 23:27

Il Movimento Arte del XXI Secolo presenta nel fastoso quadro di Palazzo Zenobio il gruppo di artisti che partecipano alla nostra iniziativa veneziana. Si tratta della mostra personale di Fabio Massimo Ulivieri, che affronta l’impegno artistico con una professionalità fondata sulla rivisitazione della Milano monumentale.

Gli altri trentatré artisti che dànno vita alla collettiva vantano solide ragioni di stile e di contenuti per presentarsi al pubblico e alla critica.

A tutti Licinia Visconti ed io auguriamo un successo che vada ben oltre questa occasione e non abbiamo remore a dichiarare apertamente che se noi li abbiamo selezionati, loro ci hanno scelto in un moto di stima reciproca. Troverete i loro nomi nella Locandina, disposti in ordine rigorosamente alfabetico.

L’inaugurazione avverrà sabato 6 Luglio 2019 alle ore 16.30

Le opere della tripla decina di espositori potranno essere ammirate sino al 26 Luglio, da martedì a domenica, dalle 10.00 alle 18.00.

Palazzo Zenobio

Sestiere Dorsoduro 2596

Venezia

Locandina Palazzo Zenobio mostra di arte

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Giugno 2019 23:41
 
VENEZIA - Palazzo Zenobio - personale di FABIO MASSIMO ULIVIERI PDF Stampa E-mail
Martedì 25 Giugno 2019 23:12

Il Movimento Arte del XXI Secolo attende gli amanti dell'arte all'inaugurazione della "Rassegna di Arte Contemporanea"
Espone FABIO MASSIMO ULIVIERI in una personale dal titolo Mythography of Milan, la testimonianza del lungo amore del Maestro alla propria città, rievocata tra mito, storia e orgoglio di appartenenza ad una plurisecolare vicenda
Palazzo Zenobio
Sestiere Dorsoduro 2596
VENEZIA
Inaugurazione Sabato 6 luglio 2019 Ore 16.30
Apertura da martedì a domenica ore 10.00-18.00

Locandina Ulivieri Venezia 2019

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Giugno 2019 23:27
 
Spoleto SIVIO FRANZINI - OPERE Introduzione di Annamaria Polidori PDF Stampa E-mail
Martedì 11 Giugno 2019 15:52

Il video qui presentato dal Movimento Arte del XXI Secolo documenta, oltre ai quadri della mostra personale di Silvio Franzini, l’intervento della titolare della Galleria Poli d’Arte di Spoleto, Annamaria Polidori, che ha dato il benvenuto all’artista commentando il significato del suo lavoro.

L’autrice del video, Licinia Visconti, si è soffermata sulle singole opere per esaltare le loro qualità di tecnica e di contenuti.

Silvio Franzini ha diviso la propria attività artistica fra l’attrazione dei suoni e la seduzione della pittura, che ultimamente ha preso il sopravvento.

Fin dall’adolescenza, accanto agli studi classici ed alle attività musicali, si è dedicato allo studio delle Arti visive, focalizzando la propria attenzione sulle Avanguardie del Novecento. Dopo un’iniziale stagione di pittore figurativo e di ritrattista, si è dedicato alla ricerca pittorica affrontando il geometrismo lirico, l’astrazione figurale, l’informale e la Digital painting, anche in relazione alla fotografia, alle scienze ed alle poetiche musicali contemporanee. Ha pubblicato recensioni e scritti teorici sull’inter-settorialità delle arti svolgendo parallelamente un’intensa attività di grafico.

Compiuti gli studi classici al Conservatorio di Parma, il Maestro parmense ha tenuto concerti in formazioni cameristiche ed in gruppi Jazz e Rock, affiancando a tali impegni l’insegnamento in scuole pubbliche e private. Contemporaneamente all’attività di artista visivo, ha collaborato con i teatri dei principali centri italiani del Nord (Parma, Milano, Torino, ecc.) e con orchestre RAI (Milano, Torino). In seguito ha svolto diverse esperienze come insegnante presso Licei musicali e Conservatori (Parma, Carpi, Brescia, Piacenza) e come docente di Interdisciplinarietà delle Arti, Multimedialità, Fraseologìa Jazz/Popular ed è stato titolare della cattedra di Tromba presso il Conservatorio di Piacenza.

Invitato e premiato più volte in veste di pittore, musicista e Digital painter in prestigiose rassegne ed esposizioni in Italia, segnatamente ad Agrigento, Bologna, Carpi, Ferrara, Forlì, Fidenza, Firenze, Modena, Padova, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Roma, Torino, e all’estero, in Australia, Brasile, Cina, Francia, Svizzera, U.S.A., svolge ora la sua attività anche in ambito Multimediale, producendo eventi (performances) in cui s’intersecano musica (anche elettronica), pittura e video-art, testo recitato e danza.

Ha ideato e diretto la sezione ″Arte & Musica″ della Biennale Internazionale dell’Arte Contemporanea di Firenze. È inoltre co-ideatore e coordinatore del Triennio Accademico ″Jazz, Performances e Musiche del nostro tempo″, istituito presso il Conservatorio di Piacenza.

È infine presente in annuari, dizionari, cataloghi d’arte italiani e stranieri oltre che in riviste di settore, quotidiani, siti internet ecc.); ha ottenuto diplomi di merito e vari riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale.

Molto ampio e qualitativamente significativo il suo curriculum artistico, che copre un arco di quasi trent’anni, dalla prima in Francia, a Nizza, nel 1990, all’ultima del giugno 2019 a Spoleto:

* GENEVE (Swisse) 1992: “Europ’ Art”, Palais des Esposition.

* MELBOURNE (Australia) 1992: “ACAF 3” (Australian Contemporary Art Fair).

* PECHINO (BEIJING) Cyna 1995: Yang-Uang Art Museum.

* FIRENZE 1998: ‘Vetrina degli Artisti Contemporanei’, Palazzo degli Affari (Personale).

* PARMA 2000: “Arte Europa” Quartiere Fiera (Personale)

* FIRENZE 2001: Biennale Internazionale dell’Arte Contemporanea, Fortezza da Basso.

* FERRARA 2003: Mostra Personale presso Galleria “Sekanina” Contemporary Art.

* PARMA 2005: Mostra Personale presso Circolo “Castellazzo”,

* REGGIO EMILIA 2006: “Immagina”, quartiere fiera (Personale)

* NICE (France) 2006: “Nice ExpoArt”, Radisson Sas (Promenade des Anglais)

* PIACENZA 2006: Mostra Personale presso Galleria Nazionale d’Arte Moderna “Ricci-Oddi”

* ROMA 2008: Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea. Sale del Bramante (Piazza del popolo)

* PARMA 2010: “Giornata Nazionale del Contemporaneo” al Centro Xaos: nuova Personale e Performance “Permanenze” in DVD (suite multimediale di video-art e musica elettronica)

* NEW YORK 2012: Exibition presso “Agora Gallery” (Chelsea International Fine Art), Manhattan

* PARMA 2014: Giornata Internazionale del Contemporaneo, Centro “Xaos” (personale Antologica)

* LONDON 2015: Italian Art Exibition, Crypt Gallery, St. Pancras Church (Euston Rd. NW)

* PARMA 2016: Mostra Personale presso Casa del Suono e Performance presso Casa della Musica

* PARMA 2017: Giornata Internazionale del Contemporaneo (Personale)

* PIACENZA 2016: Suite Multimediale in video-art presso il Conservatorio “G. Nicolini”

* SPOLETO 2019: Mostra Personale presso Galleria Poli d’Arte (Piazza Signoria / Via Duomo 27)

www.silviofranzini.it

Ultimo aggiornamento Mercoledì 12 Giugno 2019 18:18
 
SILVIO FRANZINI - OPERE In mostra a Spoleto PDF Stampa E-mail
Venerdì 07 Giugno 2019 21:06

Il Movimento Arte del XXI Secolo rende omaggio con questo video realizzato da Licinia Visconti all’arte di Silvio Franzini, un artista singolare e pensoso, e alla Galleria Poli d’Arte di Spoleto nelle persone della titolare, Signora Annamaria Polidori, e del Coordinatore Tecnico e Artistico, Dottor Sandro Costanzi.

Tale tributo di stima è giustificato per l’altezza di pensiero e di stile che guida la mano del Maestro parmense, memore degli antichi splendori ducali della sua città, per la passione artistica che informa l’attività della Gallerista e per la sapienza degli allestimenti dimostrata dal giovane Coordinatore.

www.silviofranzini.it

Ultimo aggiornamento Mercoledì 12 Giugno 2019 18:13
 
SILVIO FRANZINI - OPERE Una personale a Spoleto PDF Stampa E-mail
Venerdì 07 Giugno 2019 20:52

Continua nella Galleria Poli d’Arte di Spoleto la personale Silvio Franzini – Opere, dedicata al Maestro di Parma, autore di opere che indagano le varie trasformazioni di uno stile che ha adeguato all’urgenza dei fattori ispirativi i mezzi per rappresentarli in termini di geometrismo spirituale, di espressionismo astratto e di astrazione.

La documentazione fotografica allestita da Licinia Visconti, Art Director del Movimento Arte del XXI Secolo, consente di riflettere riposatamente su ognuna delle tele esposte per meglio penetrarne le scaturigini teoriche e spirituali.

La mostra, aperta da mercoledì a domenica nelle ore 10.30 – 13.00 e 16.30 – 20.00, si concluderà il 23 giugno 2019

Galleria Poli d’Arte

Piazza Signoria 5 - Via Duono 27

Spoleto

http://www.silviofranzini.it/

Ultimo aggiornamento Mercoledì 12 Giugno 2019 17:34
 
SPOLETO la personale di SILVIO FRANZINI "Opere" video dell'inaugurazione PDF Stampa E-mail
Giovedì 06 Giugno 2019 20:20

 

Sabato 1° giugno 2019 il Movimento Arte del XXI Secolo ha inaugurato nella Galleria Poli d’Arte di Spoleto la personale Silvio Franzini – Opere. Il prof. Aldo Maria Pero ha illustrato le ragioni tecniche e filosofiche sottese al lavoro del Maestro, il quale ha poi risposto brillantemente alle domande rivoltegli dal pubblico, attratto dalla sua singolare militanza artistica. In particolare l’attenzione dei presenti si è rivolta ai valori assunti dalla luce nello sviluppo di uno stile che ha coinvolto con personale dialettica i momenti più significativi della linea di pensiero che ha innervato la ricerca pittorica del Novecento.

Licinia Visconti, Art Director del Movimento, ha filmato l’evento.

La mostra proseguirà sino al 23 giugno con orario, da mercoledì a domenica, 10.30 – 13.00 e 16.30 – 20

Sabato 22 giugno alle ore 17.30 avrà luogo l’«Incontro di Musica e Poesia LEALI INFRANTE – Poetry Requiem» a cura di Sandro Costanzi.

www.silviofranzini.it

Ultimo aggiornamento Mercoledì 12 Giugno 2019 18:13
 
SPOLETO la personale di SILVIO FRANZINI "Opere" PDF Stampa E-mail
Venerdì 24 Maggio 2019 20:43

Nella Galleria Poli d’Arte di Spoleto, il Movimento Arte del XXI Secolo il 1° Giugno 2019, alle ore 17.00, inaugura la mostra Silvio Franzini – Opere allestita da Sandro Costanzi e con la presentazione di Aldo Maria Pero e la ripresa video di Licinia Visconti.

Il parmense Silvio Franzini, pittore, musicista, docente universitario, lascia dubbi su quale sia la sua principale professione tenuto conto dell’alto livello riscontrabile in ognuno di tali versanti della sua  attività. Il pittore è dotato di una rilevante vena non vorrei definire filosofica, ma certamente riflessiva tanto per quanto concerne i contenuti che nell’approccio metodologico al proprio lavoro che s’ispira ad un denominatore comune, ad un tronco da cui vari rami si dipartono consentendo però sempre di identificare la loro matrice.

La sua doppia vocazione artistica, di pittore e di musicista, ha indotto molti suoi critici ad impostare un rapporto fra le due arti, ambedue dotate, sia pur con qualche limite, di una espressività accessibile a chiunque senza mediazioni intellettuali. Franzini, nelle lucide osservazioni sul proprio lavoro, preferisce  definire il suo operare come un percorso verso la conoscenza nell’ambito del quale, utilizzando tutti i mezzi a disposizione, gli è consentito percorrere l’agostiniano iter ad veritatem o addirittura sfiorare, non con l’intelletto ma con la passione del ricercatore, i kantiani abissi noumenici oltre i quali si pone la sintesi hegeliana fra mondo della realtà e universo della rappresentazione.

http://www.silviofranzini.it/

 

Spoleto Franzini mostra 2019

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 12 Giugno 2019 17:32
 
Savona - Video Inaugurazione della mostra "Leonardo, In Memoriam" nel Palazzo della Provincia 2019 PDF Stampa E-mail
Martedì 14 Maggio 2019 14:59

 

Tra il 2 e il 9 maggio 2019 il Movimento Arte del XXI Secolo ha presentato un Concorso dedicato al V Centenario della morte in Francia di Leonardo da Vinci nella Sala Caduti di Nassirya nel Palazzo della Provincia di Savona.

Licinia Visconti, Art Director del Movimento, ha filmato la cerimonia d’inaugurazione alla presenza di alcuni degli artisti che hanno preso parte alla manifestazione.

Hanno reso omaggio al genio del Rinascimento le piemontesi Grazia Bernardini e Adriana Pellegro; i veneti Milvia Bortoluzzi, Loris Marchioro e Bernardino Zavagnin; il viennese Ivan Iliev; il romano Gianluca Merlonghi; i savonesi Vittorio Patrone, Mariella Tissone e Aurelia Trapani; il milanese Fabio Massimo Ulivieri. Ironia della sorte, nessun toscano.

Nel corso della sua prolusione, il prof. Aldo Maria Pero ha chiesto ad Ivan Iliev e ai tre artisti savonesi di illustrare i loro criteri di lavoro, dall’insorgere dell’idea creativa alla sua realizzazione grafica o statuaria. Come sempre, le risposte degli interessati sono risultate illuminanti per il privilegio di conosce e quindi esporre l’intima natura dei loro lavori.

Lavori tutti molto interessanti. Grazia Bernardini ha risolto in splendore cromatico il suo elegante astrattismo; Milvia Bortoluzzi ha accarezzato la tela in una malinconica e partecipe memoria dell’oro di Venezia; Ivan Iliev ha rievocato l’antica cultura figurativa delle regioni periferiche dei domini della Casa d’Asburgo riportando così il terzo Premio; Loris Marchioro è parso ispirarsi alle teorie immanentistiche della cultura platonica del Quattrocento fiorentino con tele che, con la massima sobrietà, raffiguravano ampi brani paesaggistici; Gianluca Merlonghi ha presentato una delicata statuetta, articolata tra l’umano e il divino, in argento e oro, traduzione simbolica delle teorie di Nicola Cusano circa la natura umana, librata fra la terra e il cielo, conseguendo il primo Premio; Vittorio Patrone, diviso tra un accurato astrattismo di grande raffinatezza esecutiva e lo spirito del fotografo d’arte; Adriana Pellegro, artista pensosa che nelle proprie realizzazioni statuarie propone sempre interrogativi sulla vita contemporanea; Mariella Tissone, o della gioia di vivere, artefice di ariose campiture che celebrano insieme la felicità delle sue scelte e la maestria tecnica; Aurelia Trapani, divisa fra tele che dal naturalismo sono felicemente approdate a forme di astrattismo simbolico e ceramiche di smagliante impressionismo cromatico; Fabio Massimo Ulivieri, aedo di una Milano capace di riflettere in personaggi magnanimi la grandezza di un passato glorioso e la memoria di spiriti sommi come Leonardo da Vinci, in tal modo meritando il secondo Premio; Bernardino Zavagnin, che con leonardesco spirito scientifico indaga sulle realtà mondane cercando di penetrarne le più intime scaturigini ideali.

Ultimo aggiornamento Martedì 14 Maggio 2019 15:11
 
Savona – Leonardo da Vinci, In Memoriam - Palazzo della Provincia 2019 PDF Stampa E-mail
Sabato 04 Maggio 2019 15:09

Nella sala dedicata al ricordo dei caduti di Nassirija, giovedì 2 maggio 2019 il Movimento Arte del XXI Secolo ha inaugurato una mostra nel V Centenatio della scomparsa di Leonardo da Vinci, celebrato dalle opere di undici artisti italiani e stranieri. Grazia Bernardini, Milvia Bortoluzzi, Ivan Iliev, Loris Marchioro, Gianluca Merlonghi, Vittorio Patrone, Adriana Pellegro, Mariella Tissone, Aurelia Trapani, Fabio Massimo Ulivieri, Bernardino Zavagnin

Lo slide che qui presentiamo, eleborato da Licinia Visconti, Art Director del Movimento, presenta l’allestimento della mostra e ricorda tutte le opere esposte.

Titolo:                         Leonardo, In Memoriam

Sede:                           Savona

Indirizzo:                    Palazzo della Provincia, Via Sormano 12

Inaugurazione:                        Giovedì 2 Maggio 2019 – Ore 18.00

Allestimento:              Licinia Visconti

Presentazione:            Aldo Maria Pero

Catalogo:                    A cura di Aldo Maria Pero e Licinia Visconti

Orario di visita:          Tutti i giorni – Ore 15.00-19.00

Conclusione:               Giovedì 9 Maggio 2019

Ultimo aggiornamento Martedì 14 Maggio 2019 15:08
 
Savona – Leonardo da Vinci, In Memoriam nel palazzo dellla Provincia 2019 PDF Stampa E-mail
Martedì 30 Aprile 2019 08:53

Il 2 maggio 1519 Leonardo da Vinci, forse il genio più assoluto espresso dalla cultura europea, scendeva nella tomba in terra di Francia, dov’era stato chiamato dal re Francesco I di Valois-Angoulême, figlio di Luisa di Savoia.

Nel V Centenario della morte, a memoria di questa figura che si perde tra la leggenda e una realtà che non seppe comprendere appieno le sue straordinarie capacità, troppo avanzate per i suoi tempi, il Movimento Arte del XXI Secolo ha voluto indire una Mostra-Concorso. 

I primi tre classificati riceveranno in omaggio un volume d’arte.

La sede della Mostra è il Palazzo della Provincia di Savona, opera del grande architetto Pier Luigi Nervi. Essa sarà inaugurata il 2 maggio prossimo alle ore 18.00 con la presentazione di Aldo Maria Pero, autore del Catalogo, la cui grafica è stata affidata all’Art Director del Movimento, Licinia Visconti.

La mostra, che si concluderà il 9 maggio, sarà visitabile tutti i giorni dalle ore 15.30 alle 19.00.

Titolo:              Leonardo da Vinci. In Memoriam

Sede:                Savona - Palazzo della Provincia, Sala Pier Luigi Nervi

Indirizzo:         Via Sormano 12

Allestimento:   Licinia Visconti

Presentazione: Aldo Maria Pero

Catalogo:         Aldo Maria Pero – Licinia Visconti

Inaugurazione: 2 maggio 2019 alle ore 18.00

Orario:             Tutti i giorni dalle 15.00 alle 19.00

Conclusione:    9 maggio 2019

Mostra in Provincia Leonardo in Memoriam

Ultimo aggiornamento Martedì 14 Maggio 2019 15:09
 
Vicenza - Rassegna d'arte contemporanea PDF Stampa E-mail
Domenica 05 Maggio 2019 22:04

 

Una sala luminosa, pareti decorate da quadri di notevole leggiadria, un gruppo di artisti dalla grande ricchezza umana e un pubblico partecipe hanno ispirato l’illustrazione che delle opere esposte ha fornito Aldo Maria Pero, presidente del Movimento Arte del XXI Secolo, che ha organizzato l’evento con l’encomiabile collaborazione della Galleria ART.U’ di Vicenza.

Il professor Pero si è brevemente soffermato su tutti i partecipanti alla Rassegna di Arte contemporanea, che ha avuto come nucleo ispiratore una frase del poeta francese Paul Verlaine: «La musica soprattutto, l’arte e la poesia sono lettere d’amore dedicate all’umanità».

Sabato 27 aprile tutti i partecipanti all’inaugurazione hanno avuto modo di leggere oltre venti lettere d’amore a loro dedicate.

Le hanno dipinte Grazia Bernardini con le sue indagini proiettate nell’alto dei cieli, là dove le galassie sono eterne testimoni dell’amore divino; Milvia Bortoluzzi con la sublime discrezione dei suoi delicati acquerelli; Antonio Casolin con le sue misteriose visioni librate fra reale ed astratto; Beniamino Giannini cui si devono femminei ritratti che ribadiscono l’intima costanza della natura femminile; Loris Marchioro, autore di massicci paesaggi spogli di particolari dai quali promana l’intimo e poderoso respiro della natura; Vittorio Patrone, deluso delle circostanze terrestri che si affida all’immensità di mondi lontani per alimentare la propria speranza di bene; Adriana Pellegro che ha recato in mostra, una ceramica simbolo dell’ambiguità umana simbolicamente resa ponendo in speculare contrasto due volti  dai tratti classicheggianti; Mariella Tissone che ha rievocato la Scuola di New York giocando le sue carte sulla minuta cura di particolari cromaticamente suggestivi; infine, Bernardino Zavagnin ha chiuso non solo alfabeticamente ma anche e soprattutto per ragioni tematiche la rassegna rinunciando al romantico mito de ″l’art pour l’art″ per impostare la propria ricerca su una sobria proposta di scabre e materiche superfici quasi monocromatiche.

Un ultimo elogio va a Licinia Visconti, Art Director del Movimento, autrice del presente video.

La mostra si conclude il 12 maggio 2019.

Ultimo aggiornamento Martedì 14 Maggio 2019 14:31
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 5

Problemi di visualizzazione su Smartphone e Tablet

Per visualizzare correttamente il sito da Smartphone e Tablet è sufficiente installare l'app gratuita Puffin Web Browser Free. Clicca qui

Puoi trovarla anche su Play Store se utilizzi Android o su Apple Store se utilizzi iOS

Facebook
Siamo su Youtube
Concorsi Online
Siamo su Vimeo
Inserzioni Online